SPECIALE: Divani Letto a Libro

Divani Letto a Libro, divani letto a castello, divani letto con rete estraibile, divani letto con rete, divano letto con rete estraibile, divani letto, divano letto, rete estraibile e divano letto, camera da letto, dormire bene, salute e benessere

 

SPECIALE: Divani Letto a Libro

Opportunita’ di shopping con durata limitata

Disponibile? …SI prodotto disponibile

Garanzia prodotto: SI (soddisfatto o rimborsato)

Ecco un altro prodotto garantito che riscuote grande successo (qui sopra vedi un’immagine). La rete di questo divano letto è ortopedica e con doghe in legno, in modo da essere più robusta e sostenere anche più peso del dovuto. Il rivestimento invece è stato creato con materiali in microfibra igienica, sottile ed elastica che ne permette la sfoderazione e di essere lavato a secco o a mano a 30°C. (qui sopra vedi l’immagine del prodotto). Le misure variano a seconda dei tuoi gusti.

Leggi altri dettagli, clicca qui a fianco >> Divani Letto a Libro

Anche il meccanismo di apertura a libro varia a seconda dell’articolo, ma in generale la semplicità dell’apertura è dovuta ad un meccanismo molto semplice che reclina lo schienale trasformando così il divano in un comodo letto. Questi divani letto a libro sono eleganti ed innovativi, ma anche semplici ed estremamente pratici.

I materassi che compongono questi divani variano da modello a modello, per esempio puoi trovare il materasso Futon rivestito da soffice cotone, o un materasso a molle per esigenze più robuste, o ancora un materasso ortopedico in aquagel. Gli schienali aggiuntivi e i cuscini vengono forniti dello stesso materiale e colore del resto del divano letto, anche se questo non è un obbligo e quindi hai la possibilità di personalizzarne il colore, scegliendo da un gran numero di possibilità.

 

Vedi tutti i prodotti disponibili, clicca su Materassi, Salute e Benessere

 

Torna alla pagina principale Materassi Memory

 

SPECIALE: Divani Letto a Libroultima modifica: 2012-06-29T12:39:37+02:00da massimodamico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento